Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

222 modi di gustare la pasta

L’editoria gastronomica in Italia è sempre più ricca di proposte e davvero numerosissimi sono i volumi di ricette, non di rado riedizioni di opere precedenti o semplici collage tematici da ricettari più ampi.

Academia Barilla, dal 2004 promuove la cultura gastronomica italiana nel mondo e la nascita della collana 222 ricette facili, se a prima vista potrebbe essere confusa con una delle tante edizioni presenti sul mercato, si discosta dalle altre almeno per due ragioni.
La prima è che la collana è destinata a trasmettere le conoscenze della gastronomia italiana all’estero, diffusa, com’è in dieci Paesi e tradotta in sette lingue. Ne deriva che la scelta delle ricette non è mai casuale, ma sempre attenta a valorizzare la tipicità della cucina italiana anche in contesti lontani, con ingredienti sani e di qualità, ma facilmente reperibili anche fuori dell’Italia.
La seconda è che ogni ricetta, selezionata con attenzione dagli chef di Academia Barilla è testata, cioè provata sul campo, correggendo e adeguando il testo scritto alla effettiva realizzazione e fotografando il piatto effettivamente cucinato. Da qui la certezza del procedimento e l’autorevolezza dei testi.
Al primo volume della collana, edito nel 2010, con una panoramica della gastronomia italiana, si affianca ora una monografia sulla pasta, che si apre con una sentita pagina dello chef Carlo Cracco, una delle bandiere della cucina italiana, che ricorda come la parola “spaghetti” appartenga solo all’italiano, e non sua traducibile in alcuna altra lingua parlata, a ricordare l’unicità di questo prodotto, semplice e duttile, capace di adeguarsi alle culture del mondo.

Le ricette consentono di spaziare fra la pasta secca (con infinite variazioni e tipologie di preparazione, comprese quelle al forno e fredde) e la pasta fresca, quella ripiena, così intimamente legata ai gusti e ai sapori regionali e la “pasta non pasta”, che raccoglie gnocchi e gnocchetti, canederli e passatelli realizzati con ingredienti diversi dalla semola di grano duro. Numerose ricette, poi, sono fotografate “passo passo”, per aiutare visivamente chi si avvicina alla cucina italiana a compiere correttamente gesti e azioni per noi, ormai, naturali ma non sempre immediati.

Non manca, infine, una presentazione storica, che inquadra correttamente la pasta nel contesto geografico italiano e ne ripercorre, in sintesi, le tappe più significative.
Perché la pasta è uno dei piatti “facili” della cucina italiana, ma è anche un ambasciatore della nostra storia e della nostra cultura.

222 Ricette facili della cucina italiana - Pasta

ACADEMIA BARILLA, Vercelli, White Star, 2011.
Prefazione di Carlo Cracco. Testi e foto sviluppati da Academia Barilla.

Edizioni White Star
www.whitestar.it 


Gli Autori o gli Editori potranno inviare loro pubblicazioni che, a scelta della Redazione, potranno essere recensite in questo spazio al seguente indirizzo:
BIBLIOTECA GASTRONOMICA ACADEMIA BARILLA, LARGO CALAMANDREI 3/A – 43121 PARMA
Le pubblicazioni pervenute saranno comunque segnalate in questa rubrica ed entreranno nel patrimonio della Biblioteca gastronomica di Academia Barilla.