Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Ancora pasta…

La cucina italiana, apprezzata, ricercata e imitata in tutto il mondo, trova proprio nella varietà e diversità dei prodotti e delle preparazioni la sua principale ricchezza. Una terra, quella italiana organizzata in venti regioni e caratterizzata da una storia e da paesaggi e climi assai variegati, che hanno contribuito alla nascita di tradizioni molto differenti da Nord a Sud. Diversità estrema, ma con un denominatore comune: il grano, la pasta…
E la storia affascinante e millenaria della pasta attraversa in lungo e in largo il nostro Paese.
Dai primi riferimenti di epoca etrusca e romana, legati alla pasta fresca, alle testimonianze medievali sulla pasta secca legate ad una Sicilia fortemente influenzata dalla cultura ebraica e araba, fino ai documenti rinascimentali, alle prime citazioni letterarie e alla nascita delle corporazioni di Pastai in Liguria e a Napoli, il nostro territorio si lega indissolubilmente alla pasta e ne vive le progressive trasformazioni in una continua, reciproca influenza tra gusti e tecnologie produttive.
Poiché la pasta italiana è frutto di una tecnologia – quella della pressa e della trafila – è il prodotto dell’inventiva e della fantasia di molti personaggi: pastai, tecnici inventori e cuochi hanno scritto in parallelo pagine significative della sua storia.
Una terra che per secoli è stata frammentata in decine di staterelli (e di cucine), divenuta nazione, oggi riconosce, nella pasta, il suo piatto nazionale.
Il volume, pensato da Academia Barilla quale doveroso omaggio al prodotto principe della gastronomia italiana, si apre con le pregevoli introduzioni di Guido, Luca e Paolo Barilla, alla guida del maggior produttore mondiale di pasta, degli chef Massimo Bottura e Scott Conant che raccontano delle sensazioni intime che si provano nel preparare e nel gustare la pasta, e prosegue con un viaggio, lungo la linea del tempo, seguendo le tracce lasciate dalla pasta nella storia e nello sviluppo delle sue tecnologie produttive, per approdare ad un ricchissimo ricettario scandito dalle differenti tipologie di paste: di semola, all’uovo, ripiene e speciali. Conclude l’opera un utile prontuario che aiuta a scegliere i condimenti più adatti ad ogni formato e un pratico indice delle ricette.
Sfogliare queste pagine, non significa solo apprendere curiosità legate alla storia e alle tecniche di produzione o alla presenza della pasta nella cultura italiana o conoscere ricette, preparazioni, condimenti: è, in realtà, un viaggio fatto di uomini e di sapori, di rispetto della tradizione ma pure di innovazione continua, di condivisioni e di affetti famigliari, di passato e di futuro.

PASTA!

Pasta! - Vercelli, White Star, 2010.

Introduzioni di Guido, Luca e Paolo Barilla, Gianluigi Zenti, Massimo Bottura, Scott Conant.
Testi sviluppati da Academia Barilla. Fotografie di Chato Morandi.

Edizioni White Star - Vercelli
http://www.whitestar.it


Gli Autori o gli Editori potranno inviare loro pubblicazioni che, a scelta della Redazione, potranno essere recensite in questo spazio al seguente indirizzo:
BIBLIOTECA GASTRONOMICA ACADEMIA BARILLA, LARGO CALAMANDREI 3/A – 43121 PARMA
Le pubblicazioni pervenute saranno comunque segnalate in questa rubrica ed entreranno nel patrimonio della Biblioteca gastronomica di Academia Barilla.