Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Liguria in tavola

Profumi di terra e di mare

Il territorio

Circondato da una corona di vette aspre e sassose, il territorio ligure si adagia poi fra boschi e ripide vallate fino a tuffarsi nel mare Tirreno.
Inevitabile che le popolazioni cercassero il proprio spazio vitale sul mare; tuttavia, con un lavoro tenace di secoli, riuscirono, grazie alla costruzione di muretti a secco, a strappare fazzoletti di terra pianeggiante sulle ripide zone costiere, creando un panorama tipico, dall’aspetto di un giardino rigoglioso e ordinato.

Col favore di un clima mite e propizio, nelle terrazze a picco sul mare si coltivano l’olivo, re della tavola ligure; la vite, da cui si ottengono i famosi vini delle Cinque Terre; verdure saporite d’ogni genere, i fiori…

La tradizione gastronomica e i prodotti della Liguria

Create con i frutti semplici e generosi della sua terra, la regione vanta preparazioni assai conosciute ed apprezzate nel resto d’Italia; a partire dal Pesto, salsa tipicamente genovese, il cui ingrediente base è il profumato basilico, che cresce ovunque negli orti locali, fin’anche nei vasi aggrappati alle finestre delle case: riunisce nella ricetta aromi di sole e di mare: olio, basilico, pinoli, aglio, sale marino ed una manciata di Parmigiano per esaltare ulteriormente il felice connubio.

Utilizzato come condimento per i minestroni di verdure estivi, spesso abbinati al riso, s’accompagna meravigliosamente alle paste secche di cui Genova fu storicamente una delle prime produttrici. Proprio nei porti genovesi giungevano i grani duri importati dalla Crimea per la fabbrica-zione della pasta che, qui come in Sicilia, asciugava alle brezze marine.

Tutta una serie di formati videro la luce in questa regione: dalle trenette alle trofie, dai pansotti, alle piagge, ai corzetti.
Imprescindibile la cucina di mare con piatti popolari come il Ciuppin, zuppa di pesce fatta con i pesciolini rimanenti alla fine del mercato; la Buridda, umido di stoccafisso; il Cappon Magro, caleidoscopio di verdure e pesci fini in olio d’oliva.

La cottura più diffusa, tuttavia, è la frittura: di pesce, ma anche di moltissime verdure ed erbe, della carne, di fiori, di focacce…
La ricchezza di verdure le fa protagoniste d’innumerevoli ricette: ripiene al forno, in carpione, nelle torte d’erbe, nelle focacce spesso aromatizzate con cipolla, rosmarino, pomodorini…

Torte ripiene e focacce, salate o dolci, sono quasi sinonimo di gastronomia ligure: dalla Fugassa all’olio, alla Farinata di ceci, alla Torta d’Erbe, per addolcirsi poi con la Frisciolata ed il Castagnaccio, la torta di mandorle, il Pandolce e i ravioli dolci genovesi da gustare accompagnati da un bicchiere di ineguagliabile Sciacchetrà.

Alcune ricette tipiche della Liguria

Farinata
Dall’antica tradizione marinara, una ricetta italiana senza glutine, dagli ingredienti semplici e saporiti

Trenette al pesto
Un classico della tradizione gastronomica italiana.

Zuppa di cozze
Gustosa e saporita, questa tipica ricetta italiana, diffusa lungo le coste di tutta la penisola, stuzzicherà il vostro appetito senza appesantirvi.

Pan Dolce
Un dolce al profumo di agrumi e frutta secca.

Un prodotto tipico della Liguria

Focaccia genovese
La focaccia genovese classica è preparata con farina di grano tenero e duro, impastata a lungo e con cura con lievito, olio, acqua e sale, lasciata lievitare e stesa a mano nelle teglie, unta ancora con olio emulsionato con un goccio di vino bianco e cotta nel forno per una ventina di minuti a temperatura medio-alta. A cottura completata si presenta ambrata e lucente d’olio, croccante, friabile e saporita.