Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Come conservare ed abbinare l'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena

Modalità di conservazione

Grazie al prolungato processo di invecchiamento a cui è stato sottoposto, l’aceto balsamico non è soggetto al rischio di alterazione.

Va comunque conservato con cura in una bottiglia o in un’ampolla di vetro ben chiusa, mantenuta lontana da ogni sostanza che emani profumi forti e particolari, in modo che non ne venga contaminato e alterato l’aroma.

Quando si cucina, l’aceto balsamico va sempre aggiunto come ultimo ingrediente. Indicativamente la dose preferibile è di un cucchiaino da caffé a persona, in modo che gli altri sapori non vengano sovrastati.

Abbinamenti

  • Fragole
  • Ananas
  • Parmigiano Reggiano
  • Panna cotta
  • Gelato alla crema
  • Carne ai ferri o bollita
  • Crostacei
  • Verdure grigliate e fresche
  • Insalate di verdure
  • Pasta fredda