Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Torta Pasqualina

  • 1 h e 15 ′
  • Media
  • Pani, focacce, pizze
Delicatamente sostanziosa, una torta salata tipica del periodo pasquale.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 300 g di pasta sfoglia
  • 350 g di bietole
  • 50 g di cipolla
  • un Cucchiaio di prezzemolo
  • un Cucchiaio di maggiorana
  • 200 g di ricotta
  • 30 g di Parmigiano Reggiano
  • 4 uova + 1 per spennellare
  • uno Spicchio d'aglio
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Lavate accuratamente le bietole e tagliatele a julienne, quindi lessatele in acqua bollente salata per due minuti e scolatele immediatamente.
Pulite e tritate la cipolla e l’aglio.

Mettete quindi una padella con poco olio su un fuoco di media intensità, fatevi appassire la cipolla e aggiungetevi le bietole e l’aglio, conditeli con sale e pepe e lasciate cuocere per 5 minuti. Una volta cotte, mettete le bietole a raffreddare.

Nel frattempo tritate finemente il prezzemolo e la maggiorana, quindi, quando le bietole saranno tiepide, mescolatele con la ricotta, il parmigiano, il prezzemolo e la maggiorana.

Preparate quindi la torta pasqualina:

Dopo aver cosparso il piano di lavoro di farina, tiratevi sopra con il matterello 4 fogli di pasta sfoglia il più sottili possibile.

Prendete uno stampo da torta, ungetelo con dell’olio extra-vergine d’oliva e foderatelo con una delle sfoglie che avete steso in precedenza, ungendone la superficie con dell’altro olio extra-vergine d’oliva, aiutandovi con un pennellino.

Ricoprite quindi la prima sfoglia con una seconda e, con una forchetta o un coltello, praticate dei piccoli fori sul fondo della sfoglia in modo che questa non gonfi durante la cottura.
Versate quindi l’impasto di bietole e ricotta all’interno dello stampo e, aiutandovi con un cucchiaio, ricavate all’interno dell’impasto 4 piccoli fossi dentro i quali dovrete posizionare le 4 uova una volta aperte.
Ricoprite quindi la torta con la terza sfoglia e, dopo averne unto come in precedenza la superficie con dell’olio extravergine d’oliva, ricoprite nuovamente il tutto con la quarta ed ultima sfoglia.

Con un coltello tagliate via la sfoglia in eccesso che fuoriesce dalla tortiera e rigirate i bordi delle sfoglie per chiudere per bene la torta.
Praticate infine dei piccoli forellini sulla superficie della torta pasqualina con un coltello, facendo attenzione che non risultino in corrispondenza delle 4 uova.

Spennellate con un pennello la superficie della torta pasqualina con un uovo che avrete sbattuto in precedenza e infornate la vostra torta pasqualina in forno preriscaldato a 170° per 30-35 minuti.

Una volta sfornata, lasciatela raffreddare e servitela a fette.

Storie nel piatto

Consumate sin da tempi antichissimi, le uova sono uno dei cibi maggiormente legati alle tradizioni della Pasqua cristiana.
Da una parte, infatti, l’uovo, è sempre stato considerato il simbolo della vita e, in un certo modo, della resurrezione, dall’altra un tempo era, assieme alla carne, l’emblema delle privazioni patite dai fedeli durante il periodo della Quaresima.
Proprio per questo, quindi, non stupisce che il cristianesimo abbia fatto proprie due antiche tradizioni quali quelle di regalare le uova ai propri cari all’inizio della Primavera, tipica dei persiani, e quella di decorare le uova con colori, in voga già nell’Antico Egitto e nell’Antica Roma. Nel Medioevo, quindi, durante la Quaresima, le uova venivano conservate per poi essere decorate durante la Settimana Santa e mangiate il giorno di Pasqua dopo essere state benedette in chiesa il giorno precedente. Nel tempo, poi, si affermò la tradizione di donare le uova in eccesso alle persone più povere e ai bambini, usanza, quest’ultima, che è in qualche modo giunta fino ai nostri giorni con l’abitudine di regalare uova di cioccolato.