Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Biscotti di Halloween alla zucca

  • 50 ′
  • Alta
  • Dolci e Frutta
Dei golosissimi biscotti di zucca a cui potrete dare la forma che preferite per rendere più allegra la vostra merenda.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 300 g di farina 00 (doppio zero)
  • 60 g di fecola di patate
  • 2 uova
  • 600 g di zucca
  • 125 g di burro
  • 125 g di zucchero
  • una Bustina di lievito
  • un Cucchiaio di zenzero fresco o in polvere
  • un Pizzico di vaniglia in polvere
  • zucchero a velo q.b.
  • cacao amaro q.b.
  • sale

Preparazione:

Tagliate la zucca a metà, eliminatene i semi e fatela cuocere in forno già caldo a 180° C fino a quando non risulterà morbida al tocco della forchetta.

Fatela raffreddare, quindi  prelevatene la polpa e mettetela nel frullatore.
Dopo averla frullata dividete la polpa in due parti uguali.

Ad una delle due metà aggiungete lo zenzero, all’altra la vaniglia.
Dividete tutti gli ingredienti in 2 parti uguali ed impastate una delle due metà con la polpa di zucca mescolata allo zenzero e l’altra con quella mescolata alla vaniglia.

Dopo aver lavorato i due impasti accuratamente fino ad ottenere due panetti lisci e omogenei, fateli riposare in strofinacci da cucina per 20 minuti.

Tirate quindi due sfoglie con il matterello fino a fargli raggiungere lo spessore di 1 o 2 cm.
Tagliate quindi l’impasto con un coltello o degli stampini dandogli la forma che preferite.

Ponete i biscotti su una teglia sopra la quale avrete posto la carta da forno, ed infornateli in forno già caldo a 150° C per 30 minuti.

Una volta pronti fate raffreddare i biscotti e spolverate quelli alla vaniglia con la polvere di cacao e quelli allo zenzero con lo zucchero a velo.

Storie nel piatto

Nonostante la zucca sia uno dei simboli più famosi di Halloween il suo impiego nei riti della sera del 31 Ottobre è un’invenzione piuttosto recente.
La tradizione originale legata ad una leggenda irlandese del XVIII secolo, infatti, prevedeva l’impiego di un cavolo rapa al posto della zucca.
Questo era infatti l’ortaggio utilizzato originariamente nella leggenda da Jack'o'lantern per illuminare il suo cammino.
Vuole infatti la tradizione che in una notte di Halloween il demonio apparve ad un fabbro irlandese ubriacone di nome Stingy Jack per portarlo con sé all’Inferno, ma Jack disse al diavolo che sarebbe andato con lui soltanto se questi si fosse trasformato in una moneta per consentirgli di bere l’ultimo bicchierino. Appena il demone si trasformò, però, il fabbro prese la moneta e la ripose in una tasca che conteneva anche una croce d’argento che impediva al diavolo di esercitare ai suoi poteri. Per sfuggire a quella difficile situazione il demonio acconsentì a lasciare in pace Jack per dieci anni in cambio della libertà.
Passati i dieci anni, però, si ripresentò nuovamente al cospetto di Jack per portarlo con sé all’Inferno, ma venne nuovamente ingannato. Il fabbro chiese infatti al demone, come ultimo desiderio, di cogliere una mela per lui dal ramo più alto di un albero, ma appena questi vi salì, Jack incise una croce sul tronco del melo impedendo al diavolo di scendere. Questa volta, però, per liberarlo l’astuto irlandese gli fece promettere che non avrebbe mai più provato a portare la sua anima all’inferno.
Fu così che, da quel giorno, Jack visse una vita di eccessi sicuro che non sarebbe mai finito all’Inferno.
Quando morì, però a Jack fu rifiutato l’ingresso in Paradiso a causa dei suoi peccati e, per questo, si presentò all’ingresso dell’Inferno. Anche lì, però, il diavolo gli negò l’ingresso a causa del patto fatto anni prima e, per scacciarlo, gli tirò addosso un tizzone ardente. Jack raccolse quindi da un campo un cavolo rapa e, dopo averlo scavato, vi inserì al suo interno il tizzone fabbricando una sorta di lanterna. Da quel giorno, secondo la leggenda,  Jack vaga con la sua lanterna in un limbo tra la vita e la morte in attesa del Giorno del Giudizio.
Per tradizione, quindi, in Irlanda, una volta si ricavavano dei lumini dalle rape per la notte di Halloween. Quando questa festa venne introdotta negli Stati Uniti dagli irlandesi emigrati oltreoceano in seguito alla carestia del 1847, però, questi decisero di sostituire le rape con le ben più diffuse e capienti zucche, dando così vita a una tradizione che ha totalmente soppiantato quella originale.

Altre ricette consigliate

Questo piatto fa parte di uno dei menu di Halloween elaborati per voi dai nostri Chef