Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Bonet

  • 3 h e 5 ′
  • Dolci e Frutta
Un cappello di dolcezza

Ingredienti: Per 6 persone

  • 25 cl di latte
  • 2 uova
  • 75 g di zucchero
  • 18 g di cacao in polvere
  • 5 ml di Rum
  • 50 g d'amaretti
  • 50 g di zucchero
  • 15 ml d'acqua

Preparazione:

In un pentolino, fate caramellare lo zucchero con l’acqua fino a quando non risulterà di un colore biondo intenso, quindi versatelo sul fondo di uno stampo singolo da 500 millilitri (o di stampini monoporzione) e lasciatelo raffreddare.

In un altro tegamino, fate bollire il latte.

Nel frattempo, sbattete in un recipiente le uova con lo zucchero, unite il cacao, gli amaretti sbriciolati e il rum. Aggiungete il latte bollito, mescolate e versate nello stampo precedentemente caramellato.

Cuocete in forno a bagnomaria a una temperatura di 150-160 °C per circa 45 minuti.

Fate raffreddare il bonet in frigorifero per almeno un paio d’ore prima di sformarlo.

Antico dolce al cucchiaio di origine piemontese, più precisamente delle Langhe, storica regione situata tra le province di Cuneo e di Asti, il bonet può contenere cioccolato o cacao (la versione più diffusa), ma anche essserne privo: quest’ultima variante viene chiamata “alla monferrina” e probabilmente era già presente sulle tavole del Duecento. Esiste anche una versione in cui il liquore – in genere rum, un tempo Fernet, ritenuto altamente digestivo – viene sostituito dal caffè. Il suo nome, che in dialetto piemontese indica un cappello o berretto tondeggiante, potrebbe derivare dal fatto che questo delizioso dessert venga tradizionalmente servito a fine pasto, “a cappello”, dunque, di tutte le portate precedenti.