Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Cannelloni all'italiana

  • 1 h e 50 ′
  • Alta
  • Primi piatti
Un appagante primo piatto dal gusto ruvido e sostanzioso.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 200 g di farina
  • 2 uova
  • 300 g di carne di manzo macinata
  • 1 carota
  • 1 cipolla piccola
  • una Costa di sedano
  • un Cucchiaio di prezzemolo tritato
  • 60 g di prosciutto crudo
  • 10 g di tartufo bianco
  • 25 g di funghi porcini secchi
  • 4 pomodori
  • 1 dl di vino bianco secco
  • 25 g di farina
  • noce moscata q.b.
  • 80 g di burro
  • 15 cl di sugo di carne
  • 100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • sale e pepe q.b.

Preparazione:

Prima di iniziare a preparare la ricetta, mettete i funghi secchi a mollo lasciandoli completamente immersi in dell’acqua tiepida per 20 minuti.
Disponete la farina a fontana, aggiungetevi le uova ed impastate il tutto  con le mani o con un robot da cucina fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo, quindi fatelo riposare per 20 minuti coperto con un telo o con della pellicola da cucina.

Con il matterello o con l’apposita macchina tirate la pasta in sfoglie sottili 1 millimetro e ricavatene una trentina di quadrati di 10 centimetri per lato con un coltello.
Ponete sul fuoco una pentola piena d’acqua leggermente salata e, quando comincerà a bollire, immergetevi 2 o 3 alla volta i quadrati di pasta, lasciandoli cuocere ognuno per circa 30 secondi.
Man mano che li lessate, sgocciolate i quadrati di pasta e allineateli sopra un panno bagnato e ben strizzato lasciandoli raffreddare.

Sbucciate, pulite e tritate finemente con un coltello la carota, la cipolla e il sedano.
Ponete su un fuoco di media intensità una padella con 20 grammi di burro e, quando quest’ultimo si sarà sciolto, aggiungetevi le verdure e il prezzemolo tritati e fate rosolare fino a quando la cipolla non si sarà imbiondita. Unite quindi la carne tritata al soffritto, mescolate e fate insaporire per un paio di minuti, quindi aggiungete il prosciutto crudo tritato, una spolverata di tartufo bianco finemente affettato, i funghi precedentemente ammollati e condite il tutto con sale, pepe e un pizzico di noce moscata.

Fate insaporire per un paio di minuti, dopodichè aggiungete il vino, e fate cuocere per circa 20 minuti, fino a quando la salsa non si sarà completamente addensata.
Mescolando, unitevi quindi la farina, i pomodori precedentemente tagliati a pezzi, uno o due cucchiai di sugo di carne e continuare la cottura a calore moderato per 40 minuti.
Quando  il sugo avrà acquistato una certa densità toglietelo dal fuoco, versatelo in una terrina e fatelo raffreddare.

Disponete un cucchiaio di ripieno su ognuno dei quadrati di pasta sbollentati e arrotolateli ottenendo dei cannelloni.
Allineateli in un solo strato in una teglia imburrata o ricoperta con carta da forno e ricopriteli con il rimanente sugo di carne, con una spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato e con il burro rimasto distribuito in piccoli tocchetti.
Fate cuocere i cannelloni in forno già caldo a 180°C per circa 20 minuti o comunque fino a quando non saranno gratinati bene in superficie.

Servite caldi.

Storie nel piatto

Sebbene siano presenti in piccole quantità nelle ricette, le spezie sono tra gli ingredienti che più contribuiscono a determinare il sapore delle pietanze.
Una delle più usate nella cucina italiana è, assieme al pepe nero, la noce moscata.
Questa, che altro non è che il seme essiccato del frutto di un albero originario dell’arcipelago delle Molucche, situato nell’Oceano Pacifico.
Proprio come lo zafferano fino a pochi secoli fa la noce moscata era una merce preziosissima dal valore paragonabile a quello dell’oro e derivante dalle difficoltà che comportava il viaggio per poterla importare in Europa.
Il commercio di questa spezia, d’altronde, era considerato così importante che nel XVI secolo l’Olanda e l’Inghilterra arrivarono a dichiararsi guerra per ottenere il controllo delle zone in cui veniva prodotta.
Dopo svariati anni di conflitto, fu solo nel 1665 che la guerra giunse al termine con la conquista dell’isola di Run da parte dagli olandesi che, in cambio, cedettero agli inglesi quello che ai tempi sembrava essere un insignificante isolotto situato sulla costa occidentale del nord America, ma che pochi secoli dopo divenne famosa come l’isola di Manhattan.

Lo sapevate che...

se ingerita in grandi quantità, la noce moscata può produrre un leggero effetto allucinogeno?

Altre ricette consigliate