Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Crocchette di pollo

  • 55 ′
  • Bassa
  • Antipasti
Cremosi e avvolgenti, degli spuntini che non riuscirete a smettere di divorare.

Ingredienti: Per 6 persone

  • 1 lb di pollo
  • 150 g di funghi cotti
  • 1 oz di prezzemolo
  • 3 tuorli d'uovo
  • 2 Cucchiai d'olio d'oliva
  • olio per friggere q.b.
  • 4 dl di latte
  • 100 g di farina
  • 100 g di burro
  • 3 uova
  • 8 oz di farina
  • 10 oz di pane grattugiato
  • miele q.b.
  • senape q.b.

Preparazione:

Tagliate la polpa di pollo a dadini, mettete sul fuoco una padella con due cucchiai d’olio d’oliva e, appena sarà caldo, fatevi rosolare il pollo fino a quando non avrà preso interamente colore, quindi togliete dal fuoco e fate raffreddare.
Nel frattempo in una pentola di medie dimensioni con il latte, il burro e la farina preparate la besciamella unendovi, alla fine, il pollo precedentemente preparato e i funghi già cotti e tagliati grossolanamente.

Togliete quindi la pentola dal fuoco e amalgamate il tutto con i tuorli d’uovo e un pizzico di sale.

Dividete il composto in palline della dimensione che preferite, infarinatele passandole per bene nella farina, quindi immergetele rapidamente una ad una nell’uovo sbattuto e immediatamente dopo nel pangrattato facendo in modo che questo aderisca interamente alle crocchette.

Friggete quindi poco per volta le vostre crocchette in una padella piena d’olio bollente facendo in modo che quest’ultimo le ricopra totalmente. Scolate le crocchette con un mestolo bucato, quando avranno preso un bel colore dorato, e adagiatele su un piatto o una ciotola ricoperta di carta assorbente.

Servite le crocchette da sole, con le salse che preferite o con una salsa a base di miele e senape.

Storie nel piatto

La besciamella è una delle salse più versatili e utilizzate nella cucina europea e, proprio per questo, è considerata una delle preparazioni basilari da apprendere per chi cucina.
Questa salsa, ottenuta solitamente legando burro, farina e latte, era originariamente preparata in Francia nel XVII secolo con l’aggiunta di crema e brodo di carne e la sua ricetta venne codificata per la prima volta da François Pierre de La Varenne, cuoco di corte di Luigi XIV, Re di Francia.
Lo chef, infatti, inserì la ricetta di questa bianca salsa all’interno del suo “Le cuisinier français”, uno dei testi fondanti dell’arte gastronomica francese, e ne dedicò il nome a Louis de Béchamel, marchese di Nointel, gran ciambellano di Re Luigi XIV, che secondo la leggenda ne fu il vero inventore (in realtà, molto più probabilmente, la dedica puntava a guadagnare a Pierre de La Varenne il favore di Louis de Béchamel).

La salsa besciamella, però, fondamentale per la preparazione di una moltitudine di piatti non solo francesi ma anche italiani, deriverebbe dalla “salsa colla”. Questa salsa, infatti, diffusa in toscana già nel XVI secolo, era molto simile alla salsa besciamella e sarebbe stata introdotta alla corte francese da Caterina De’ Medici quando si trasferì oltralpe dopo aver sposato Enrico II d’Orleans, qualche decennio prima dell’invenzione della besciamella.

Lo sapevate che...

La besciamella è così famosa che secondo un noto aforisma: "Non occorre avere fondato un impero per passare alla posterità: basta avere inventato una salsa: guardate Béchamel!"

Altre ricette consigliate