Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Insalata di fusilli con verdure e calamari

  • 25 ′
  • Bassa
  • Primi piatti
Questa insalata di pasta, fresca e leggera, è l’ideale per gustare i tipici sapori della gastronomia italiana nelle calde giornate estive.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 320 g di fusilli
  • 2 carote
  • 2 zucchini
  • 2 carciofi
  • 2 calamari
  • mazzetto di erbe aromatiche
  • Olio Extra Vergine d'Oliva
  • succo di limone
  • sale
  • pepe bianco

Preparazione:

Mettete sul fuoco una pentola d'acqua. Lavate le carote e raschiatele. Pulite le zucchine e asciugatele. Mondate i carciofi dalle foglie esterne più coriacee.

Tagliateli poi a metà nel senso della lunghezza ed eliminate il "fieno" che si trova al centro. Riduceteli a bastoncino e metteteli a bagno in acqua acidulata con succo di limone per evitare, che anneriscano. Tagliate anche le carote e le zucchine a bastoncino.

Pulite i calamari staccando la pelle dalla sacca e separando i tentacoli dal corpo, quindi eliminate le interiora e la penna di cartilagine trasparente. Rimuovete il beccuccio che si trova al centro dei tentacoli e togliete gli occhi. Tagliateli poi a strisce molto sottili.

Quando l'acqua bolle salate e buttate i fusilli. A 5 minuti dal termine della cottura aggiungete le verdure nell'acqua con la pasta. Mescolate e cuocete per 3 minuti, quindi per ultimi aggiungete i calamari.

Controllate che la pasta sia al dente, scolatela e versatela su un vassoio di acciaio in modo tale che si raffreddi. Conditela con olio, limone, sale e pepe bianco. Servitela su un letto di erbette fresche.

Storie nel piatto

Al carciofo, pianta tipica del bacino mediterraneo il cui fiore era già apprezzato presso gli antichi egizi, gli antichi greci attribuivano un’origine quanto mai singolare.
Narra infatti la leggenda che Zeus, il padre di tutti gli dei, s’invaghì di una ragazza straordinariamente bella di nome Cynara, così chiamata a causa dei suoi capelli biondo cenere, e la sedusse portandola con sé nell’Olimpo dove vivevano gli altri dei. La giovane, però, iniziò presto a sentire nostalgia della madre e decise quindi di tornare nel mondo dei mortali, all’insaputa di Zeus, per andare a trovarla. Quando il dio greco scoprì la fuga della giovane andò su tutte le furie e la punì, trasformandola in una pianta spinosa e appuntita, che prese il suo nome. Nacque così la Cynara, ovvero il carciofo.

Lo sapevate che...

la prima “regina del carciofo”, eletta ogni anno  a Castroville, in California, durante l’annuale “Festival del Carciofo”, fu Marilyn Monroe nel 1949?

Altre ricette consigliate