Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Insalata mista con ananas e melone

  • 30 ′
  • Bassa
  • Contorni
Un abbinamento d’ingredienti audace dà vita ad un’insalata fresca e vivace.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 200 g di fagiolini lessati
  • 1 ananas
  • 1 melone
  • 12 pomodori ciliegina
  • 1 peperone verde
  • 1 limone
  • un Cucchiaio di prezzemolo tritato
  • Qualche goccia di tabasco
  • 8 cl d'Olio Extra Vergine d'Oliva
  • sale

Preparazione:

Pulite, lavate e asciugate accuratamente il melone, quindi tagliatelo in due metà, una di queste sbucciatela e riducetela a cubetti, l’altra, invece, affettatela con la buccia in spicchi sottilissimi.

Sbucciate l’ananas e affettatelo riducendolo a tocchetti piuttosto grossi, spezzettate grossolanamente i fagiolini lessi e il peperone e tagliate i pomodorini in 4 parti.
Frullate quindi assieme l’olio, il succo del limone, un pizzico di sale, il tabasco e il prezzemolo tritato in modo da ottenere una salsa citronette.

Disponete quindi l’insalata direttamente nei piatti e conditela a piacere con la salsa appena preparata.

Storie nel piatto

Nonostante l’ananas sia originario dell’America Centro-Meridionale, Cristoforo Colombo lo assaggiò per la prima volta sull’isola di Guadalupe, nei Caraibi, dove probabilmente era arrivato grazie ad alcune popolazioni dell’odierno Brasile che vi si erano giunte a bordo delle loro canoe.
Il navigatore genovese scoprì che gli indigeni, che chiamavano questo frutto dalla strana forma “nana”, ne utilizzavano il succo per la cura della pelle e per favorire la digestione e, apprezzatone il sapore, ne inviò immediatamente un esemplare alla corte di Spagna dove venne chiamato “piña” a causa della sua somiglianza con una grossa pigna.
Nonostante l’apprezzamento espresso da Re Ferdinando in persona, però, l’ananas incontrò moltissime difficoltà a diffondersi in Europa a causa delle difficoltà di conservazione dei frutti durante il viaggio e dell’impossibilità di coltivarlo in Europa.
Fu infatti solo con l’avvento della navigazione a vapore nel XVIII secolo, che divenne possibile importare con più facilità gli ananas nel Vecchio Continente consentendone così una diminuzione del prezzo e favorendone la graduale diffusione.

Altre ricette consigliate