Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Mezze penne con olive e caprino

  • 15 ′
  • Bassa
  • Primi piatti
Una vellutata ricetta vegetariana, semplice e veloce da preparare.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 400 g di mezze penne
  • 200 g di formaggio caprino
  • 30 g d'olio extravergine di oliva
  • 80 g d'olive
  • sale

Preparazione:

Snocciolate le olive e tritatele finemente.

Mettete il formaggio caprino in una ciotola capiente e, mescolando con una forchetta, aggiungete l’olio versandolo a filo, continuando a lavorare il tutto fino a rendere il composto cremoso.

Una volta ottenuta la giusta consistenza, aggiungete le olive tritate e mescolate.

Nel frattempo cucinate la pasta in abbondante acqua bollente e salata e, una volta trascorso il tempo di cottura indicato sulla confezione, scolatela, conditela con la salsa appena preparata, mescolate e servite immediatamente.

Storie nel piatto

Originario della zona occidentale dell’Asia, l’olivo venne coltivato per la prima volta probabilmente intorno al 6000 a.C. nell’odierna Siria.
La sua coltivazione si diffuse rapidamente lungo le coste orientali del Mediterraneo fino a giungere in Grecia, dove già intorno al 1500 a.C. era largamente diffusa. Da lì venne in seguito esportata in Italia per diventare poi uno dei perni della cultura latina assieme al grano e al vino.
Se nelle culture antiche l’olivo era simbolo di valore, tanto che sia i Greci che i Romani usavano cingere il capo dei cittadini più valenti con una corona di olivo, nella religione cristiana questo albero è simbolo di pace e viene continuamente citato all’interno della Bibbia.
Se l’episodio relativo alla colomba che porta un ramoscello d’olivo a Noè per sancire la fine del diluvio universale, ad esempio, è noto ai più, lo è meno che nella Bibbia venga attribuita un’origine divina alla pianta dell’olivo.
Questo imponente albero sarebbe infatti nato da un seme dato da un angelo a Seth, uno dei figli di Adamo, per porli tra labbra del padre al momento di seppellirlo dopo la sua morte.

Altre ricette consigliate