Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Penne fantasia

  • 25 ′
  • Bassa
  • Primi piatti
Olive, prosciutto crudo e panna, danno vita ad un primo piatto delicato e vellutato.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 400 g di penne
  • 100 g di prosciutto crudo
  • 10 olive nere denocciolate
  • 15 cl di panna
  • 10 g di burro
  • 5 cl di vino bianco
  • 25 cl di passata di pomodoro
  • sale e pepe q.b.
  • un Cucchiaio d'origano fresco tritato

Preparazione:

Tagliate il prosciutto a dadini e tritate grossolanamente le olive.

Fate sciogliere il burro a fuoco basso in una padella piuttosto capiente, quindi unitevi il prosciutto e le olive e lasciate cuocere per 2 minuti circa. Alzate la fiamma, versate il vino e lasciatelo sfumare. Appena questo sarà evaporato completamente, unite la panna e la salsa di pomodoro e fate cuocere ancora per 10 minuti circa, mescolando ogni tanto e regolando a piacere di sale e pepe.

Nel frattempo fate cuocere la pasta in abbondante acqua bollente e salata. Una volta trascorso il tempo di cottura indicato sulla confezione, scolatela, conditela con la salsa precedentemente preparata, guarnitela con l’origano fresco e servitela subito.

Salsa di pomodoro

La salsa di pomodoro è una delle preparazioni più rappresentative della gastronomia italiana.
Sebbene questa sia stata inventata con ogni probabilità in Spagna e non in Italia, infatti, fu però uno scienziato italiano, Lazzaro Spallanzani, che nel 1762 scoprì il metodo per preparare una conserva di pomodori che potesse essere conservata a lungo.
E fu un altro italiano, più precisamente Ippolito Cavalcanti, che nel 1837 nel suo “Cucina teorica-pratica col corrispondente riposto ed alcune nozioni di scalcare ... con in fine una cucina casereccia in dialetto napoletano” propose per primo l’abbinamento tra questa salsa e la pasta che fino ad allora veniva consumata in brodo o accompagnata dal solo formaggio.
Questo fortunato abbinamento nel tempo è divenuto talmente famoso da far divenire la pasta al pomodoro uno degli emblemi della cucina italiana nel mondo.

Altre ricette consigliate