Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Torta fredda di frutti di bosco

  • 25 ′
  • Media
  • Dolci e Frutta
Una torta fresca e golosa, ideale da gustare alla fine del pasto o come merenda nelle giornate di inizio Estate.

Ingredienti: Per 8 persone

  • 600 g di frutti di bosco
  • 100 g di zucchero
  • 250 g di zucchero a velo
  • una Bicchiere di Marsala
  • 3 tuorli d'uovo
  • una Bustina di vanillina
  • 600 g di ricotta
  • 200 g di savoiardi o pavesini
  • 120 g di burro
  • 20 g di gelatina
  • 250 g di panna montata

Preparazione:

Lavate alla svelta i frutti di bosco (fragoline, mirtilli, lamponi, more ecc.); raccoglietene 500 g. in una ciotola, lasciando da parte gli altri per decorare la torta, e cospargeteli con i 100 gr. di zucchero e col marsala e lasciateli macerare in fresco per 20-30 minuti.

Nel frattempo avvolgete i savoiardi in un tovagliolo da cucina, quindi pestateli accuratamente contro un piano d’appoggio in modo che si sbriciolino.

Prendete quindi una teglia circolare di quella con le pareti removibili, e spalmatene il fondo con il burro fuso, quindi spargetevi sopra i savoiardi pestati e pestateli delicatamente con un corpo piatto, come il fondo di un bicchiere, in modo da ottenere uno strato ben compatto; quindi, mettete la teglia in frigorifero.

Nel frattempo con i denti di una forchetta sbriciolate la ricotta, raccoglietela in un'altra ciotola, spargetevi sopra lo zucchero a velo e la vanillina e lavorate il tutto per bene con una frusta, quindi aggiungetevi i tuorli e continuate a montare il composto fino ad ottenere una crema liscia e uniforme, alla quale mescolare la gelatina, precedentemente messa ad ammollare per 10 minuti in un po’ d’acqua tiepida, i frutti di bosco sgocciolati e, per ultimo, la panna montata ben fredda.

Mescolate delicatamente, quindi versate il composto nella teglia che avevate posto in frigo, sopra lo strato di savoiardi.

Livellate la superficie della torta e decoratela a piacere con i restanti frutti di bosco, quindi rimettete il contenitore in frigorifero a riposare per almeno 2 ore.

Al momento di servire, la vostra torta, liberate lo stampo dei laterali e lasciate scivolare la torta con la sua base di metallo su di un piatto da portata.

Storie nel piatto

Le fragole erano conosciute già dagli antichi Romani che le apprezzavano non solo per il loro sapore, ma anche per le loro presunte virtù afrodisiache legate alla loro origine divina.
Secondo la leggenda, infatti, il giovane Adone era talmente bello da aver fatto innamorare la dea della bellezza, Venere, che grazie ad alcuni stratagemmi riuscì a farne il suo amante.
Quando il dio Marte, anch’esso amante di Venere, lo venne a sapere, però, pretese di vendicarsi e, dopo essersi trasformato in un cinghiale, attaccò e uccise l’affascinante giovane durante una battuta di caccia. Quando la dea venne a sapere dell’accaduto corse in soccorso del suo innamorato, ma resasi conto di non poter fare più nulla per salvarlo scoppiò in un pianto a dirotto, versando tante lacrime quante erano le gocce di sangue versate da Adone.
Queste, mischiatesi con le lacrime della dea, si trasformarono in tanti piccoli cuori rossi che altro non erano che le fragole che quindi conterrebbero tutta la passione dell’amore di Venere e Adone.

Altre ricette consigliate

 

Commenti

commenti gestiti con Disqus