Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Cosciotto d'agnello con castagne

  • 1 h e 40 ′
  • Bassa
  • Secondi piatti
Spezie, castagne e Marsala sottolineano gli aromi della gustosa carne d’agnello.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 1 kg di cosciotto di agnello
  • 250 g di castagne
  • 2 carote
  • 2 Coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 60 g di burro
  • uno Spicchio d'aglio
  • un Rametto di rosmarino
  • un Bicchiere di Rum mischiato a Marsala
  • 4 cl d'olio extravergine di oliva
  • sale e pepe q.b.
  • un Cucchiaio di zucchero

Preparazione:

Lavate e asciugate con carta assorbente il cosciotto d’agnello.
Adagiatelo in una teglia e conditelo con olio, sale, pepe e rosmarino, uno spicchio di aglio intero e il burro a pezzetti.

Pelate le carote, tagliatele a rondelle e disponetele intorno alla carne assieme alla cipolla e al sedano tagliati a fettine non troppo sottili.

Fate cuocere in forno già caldo a 180° C per 1 ora, rigirando spesso il cosciotto d’agnello per evitare che la carne si secchi eccessivamente.

Terminata la cottura passate la salsa al colino.

Sbucciate le castagne togliendo la prima pelle.

Ponete su un fuoco vivace una pentola piena d’acqua con un pizzico di sale e lo zucchero e, appena bollirà, versatevi le castagne e fatele cuocere per 30 minuti o comunque finché saranno quasi cotte: quindi scolatele, fatele intiepidire e spellatele dalla seconda pellicina.

Unite le castagne al cosciotto dopo che l’avrete cotto, quindi rimettete nuovamente la teglia in forno a 180°C e fate cuocere per altri 10 minuti, bagnando la carne con il rum e il marsala miscelati.

Una volta terminata la cottura, togliete dal fuoco e servite caldo, impiattando il cosciotto con le castagne e il sugo di cottura.

Lo Chef consiglia

Per evitare che la carne di agnello risulti a fine cottura tropo secca, occorre non cuocerla troppo e mantenerla umida. Per ottenere questo risultato, coprite la teglia con la carta stagnola ed evitate che la carne si rosoli troppo in superficie.

Storie nel piatto

Il consumo della carne d’agnello é molto diffuso fin dall’antichità.
Spesso presentato come arrosto,  l’agnello si sposa molto bene con spezie tipiche del Mediterraneo, come la menta, l’aglio e il rosmarino, ma è ottimo anche in preparazioni a base di riso e frutta secca.
La carne d’agnello, succosa e saporita, viene tipicamente legata alla Pasqua, in quanto simbolo sia della religione ebraica che di quella cristiana.