Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Risotto con le fragole

  • 1 h
  • Media
  • Primi piatti
Un sinuoso risotto primaverile che esalta la delicatezza delle fragole fresche.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 1,5 litri d'acqua
  • 1 cipolla piccola
  • una Costa di sedano
  • 1 carota piccola
  • 70 g di burro
  • 12 oz di riso carnaroli
  • 1 dl di vino bianco frizzante
  • 8 oz di fragole
  • sale q.b.
  • 40 g di Parmigiano Reggiano grattugiato

Preparazione:

Preparate il brodo di verdure:

Lavate e pelate la carota, il sedano e mezza cipolla, poneteli in una pentola immersi nell’acqua fredda e mettete sul fuoco.

Fate cuocere il brodo per 20 o 30 minuti a partire dal momento in cui comincerà a bollire e salatelo soltanto al termine della cottura.

Quando il brodo sarà pronto potrete preparare il risotto:

Lavate accuratamente le fragole, privatele delle foglioline e riducetele a cubetti, lasciandone da parte 2 o 3 per la decorazione.

Su un fuoco di media intensità fate sciogliere 1/3 del burro in una casseruola, quindi unitevi la rimanente mezza cipolla tritata piuttosto finemente e mescolate.
Quando questa avrà preso un bel colore dorato, ma prima che inizi a scurirsi, unitevi il riso e, mescolando, fatelo tostare fino a quando i chicchi, assorbendo il burro, non saranno diventati quasi trasparenti.
Versate quindi il vino nella casseruola, mescolate e lasciatelo sfumare. Appena sarà completamente evaporato, aggiungete il brodo al riso versandolo poco alla volta, aspettando che quello aggiunto in precedenza evapori quasi completamente prima di aggiungerne dell’altro.

Dopo 12 o 13 minuti di cottura del risotto, unitevi le  fragole, mescolate e, sempre continuando ad aggiungere il brodo poco per volta, completate la cottura per altri 4 o 5 minuti.

Verificate il sapore e la cottura del risotto assaggiandolo, eventualmente aggiustatelo di sale e, appena sarà cotto al dente, togliete la casseruola dal fuoco.
Mantecate quindi il risotto aggiungendovi il Parmigiano grattugiato e il rimanente burro e mescolando accuratamente in modo da far amalgamare per bene il tutto.

Al momento di impiattare il risotto, se volete presentarlo in modo originale, potete guarnirlo con le rimanenti fragole tagliate a dadini molto piccoli o a lamelle.

Lo Chef consiglia

per dare un tocco in più al vostro risotto con le fragole, potete guarnirlo con qualche goccio di aceto balsamico tradizionale di Modena direttamente nel piatto.

Storie nel piatto

Le fragole sono originarie delle regioni dell’arco alpino dove crescono allo stato selvatico sin dai tempi antichi, tanto che già nell’Antica Roma  questi rossi frutti erano considerati un cibo prelibato.

Probabilmente a causa della loro forma vagamente simile a quella di un cuore, le fragole sono da sempre considerate il simbolo dell’amore, al punto che secondo un’antica leggenda sarebbero nate del tragico amore della dea Venere con il bell’Adone.
E il loro legame con la sensualità le rese famose anche ai tempi di Luigi XIV Re di Francia, quando le fragole venivano utilizzate dalle dame di corte per lanciare messaggi d’amore: se una donna voleva far comprendere ad un uomo di essere interessata alle sue attenzioni, infatti, le bastava mangiare delle fragole in sua presenza.

E forse proprio per questo fu alla corte di Francia che vennero intrapresi i primi tentativi di coltivazione delle fragole: fino alla metà del XVII secolo, infatti, le fragole crescevano unicamente allo stato selvatico.
Furono i botanici del Re Sole i primi ad ideare un metodo per coltivare le fragole, dapprima trapiantando nei giardini di corte le piantine selvatiche e, in un secondo momento, incrociando le varietà tipiche europee con alcune provenienti dal Sud America, ottenendo così delle fragole più grandi, meno delicate e coltivabili senza dover ricorrere all’utilizzo di piante selvatiche.

Altre ricette consigliate