Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Caponata di verdure

  • 55 ′
  • Media
  • Antipasti
Questo piatto è tra i più tipici della tradizione gastronomica italiana. Può essere servito sia come contorno sia come antipasto. Con i suoi toni agrodolci la caponata racchiude in sé il sapore autentico della Sicilia.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 400 g di melanzane
  • 250 g di pomodori maturi
  • 200 g di cipolla
  • 200 g di zucchini
  • 150 g di sedano
  • 100 g d'olive verdi
  • 8 cl d'olio extravergine di oliva
  • 30 g di capperi di Lampedusa
  • 20 g di zucchero semolato
  • 4 cl d'aceto di vino bianco
  • sale e pepe q.b.
  • 80 g d'uva passa
  • basilico q.b.
  • 50 g di pinoli
  • 200 g di peperoni

Preparazione:

Passaggio 1

Lavate accuratamente tutte le verdure e tagliatele a dadini. Dividete le olive a metà, dopo averle denocciolate, e preparate le cipolle a julienne.

Passaggio 2

In una padella a fuoco basso stufate la cipolla con olio senza far prendere colore, aggiungete un pizzico di sale e sfumate con metà dell’aceto.

Passaggio 3

In una padella a fuoco medio, mettere un filo d’olio e fare rosolare le melanzane finchè saranno morbide, cospargere con una presa di sale e tenerle da parte.

Passaggio 4

In un’altra padella capiente fate rosolare con un filo d’olio prima il sedano, poi i peperoni le zucchine mantenendoli croccanti. Unite un pizzico di sale.

Passaggio 5

Quindi aggiungete le olive e i capperi dissalati. Unite la cipolla già stufata, i pomodori, le melanzane precedentemente saltate, l’uva passa reidratata in acqua e poi strizzata leggermente e i pinoli. Terminate con la restante metà di aceto e lo zucchero. Regolate di sapore, aggiungendo se necessario sale e pepe. Profumate con basilico in foglie.

Passaggio 6

Saltate la caponata e fatela cuocere fino a quando le verdure diventeranno morbide, ma non disfatte. Servite fredda e, a piacere, cospargetela di cacao in polvere.

Lo Chef consiglia

La caponata di verdure alla siciliana può essere impiegata come antipasto o come contorno per i secondi di pesce o di carne. È l’accompagnamento perfetto per gli sfincioni palermitani.
Il suo sapore agrodolce conferisce al piatto una spiccata originalità. Si consiglia quindi di abbinarla a secondi semplici, poco elaborati. Una buona caponata deve risultare bilanciata, ma le verdure devono restare ben separate l’una dall’altra evitando di amalgamarsi in un composto cremoso.

Storie nel piatto

La caponata è una preparazione tipica di tutto il meridione d’Italia, in particolare della Sicilia dove se ne contano ben 37 varianti “tradizionali”. Conosciuta già nel XVIII secolo e caratterizzata dal suo sapore agrodolce, presenta due declinazioni originarie: quella a base di pesce, di cui Ippolito Cavalcanti ne "La cucina teorico-pratica con corrispondente riposto"  ci offre un esempio, e quella a base di verdure, di tradizione contadina. Questa seconda versione, sebbene originariamente più povera rispetto alla variante col pesce, si é evoluta nei secoli fino ad arricchirsi di una straordinaria varietà di ortaggi tipici del mediterraneo: melanzane, sedano, cipolle, olive, capperi e, più raramente, carciofi.

Lo sapevate che...

Sebbene il sedano fosse già conosciuto nell’antica Roma, veniva utilizzato quasi esclusivamente in campo medico: ad esempio, durante i banchetti era usuale incoronarsi con la pianta del sedano, credendo di neutralizzare così i fumi del vino.

Altre ricette consigliate