Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Sfincione

  • 50 ′
  • Bassa
  • Pani, focacce, pizze
Si tratta di una specialità palermitana, anche se di fatto è conosciuta in tutta la Sicilia. Di antica tradizione, questa focaccia accompagna pietanze diverse. In alcuni casi è arricchita con formaggi o salumi.

Ingredienti: Per 8 persone

Preparazione:

Versare la farina a fontana, sciogliere il lievito con acqua tiepida e un pizzico di sale.
Impastare fino ad ottenere un composto sodo ed omogeneo, quindi coprire e lasciar lievitare un paio d'ore.

L'uso vuole che battendo sulla palla di pasta al punto giusto, questa emetta un suono particolare, cupo, come un tamburo sordo.

Preparare la "conza" (il condimento) in questo modo: affettare abbondantissima cipolla, lasciarla appassire in olio d'oliva extravergine (preferibilmente siciliano), coperta perchè sviluppi vapore e non si annerisca.

Aggiungere i pomodori pelati, precedentemente insaporiti con qualche spicchio d'aglio, che poi si toglierà.
Finire di cuocere ed ottenere una salsa odorosa e densa.

Disporre con le mani la pasta in una teglia rettagolare unta mantenendo uno spessore alto circa 2 centimetri.

Premere sulla pasta e far penetrare l'aggiuga diliscata e tagliata a pezzetti, in quantità a piacere. Disporre delle sottili fettine di cacio.

Coprire l'impasto con la salsa in abbondanza e spolverare di cacio grattuggiato e origano fresco.

Condire con olio d'oliva e infornare in forno caldissimo (220°).

Qualora la salsa non fosse sufficientemente ristretta, aggiungere al cacio grattugiato del pangrattato, abbrustolito in precedenza in una padella unta con poco olio.

Altre ricette consigliate

Commenti

commenti gestiti con Disqus