Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Spaghetti al tonno fresco

  • 30 ′
  • Bassa
  • Primi piatti
In questa tipica ricetta siciliana, agli spaghetti viene abbinato uno dei pesci più caratteristici del mediterraneo, dando vita a un primo piatto semplice e saporito.

Ingredienti: Per 4 persone

  • 350 g di spaghetti
  • 300 g di filetto di tonno fresco
  • sale q.b.
  • 6 dl di passata di pomodoro
  • 2 Cucchiai di prezzemolo tritato
  • 6 cl di olio extravergine di oliva

Preparazione:

Tagliate il tonno a cubetti di 1-2 cm.

Ponete su un fuoco intenso una padella con 2/3 dell’olio e, appena questo sarà caldo, aggiungetevi il tonno fresco, facendolo cuocere fino a quando non diventerà di colore dorato, quindi sgocciolatelo dall’olio, aggiustatelo di sale e tenetelo in caldo.

Mettete un’altra padella a fuoco medio con l’olio rimasto, aggiungete la salsa di pomodoro e cuocete per 5 minuti circa. Aggiungete il tonno fritto, e regolate di sale a piacere, quindi completate la cottura per altri 5 minuti.

Nel frattempo cucinate la pasta in abbondante acqua bollente e salata e, una volta trascorso il tempo di cottura indicato sulla confezione, scolatela, conditela con la salsa precedentemente preparata  aggiungendo il prezzemolo tritato e servite subito.

Storie nel piatto

Il tonno è uno dei pesci più tipici del Mediterraneo. Pescato da millenni, i metodi di cattura si sono raffinati nei secoli, mandando in pensione le tradizionali “tonnare” ormai trasformate quasi ovunque in musei, ristoranti o attrazioni turistiche.
In Sicilia, tuttavia, sopravvivono ancora due tonnare nel trapanese: una a Bonagia e l’altra a Favignana.
Qui permane ancora il rito antico della mattanza, la pesca ai grossi tonni che migrano dall’Atlantico nel Mediterraneo alla fine della primavera.
Esemplari da oltre 300 chili vengono catturati in immense reti issate a bordo di vascelli senza motore sotto gli ordini del capo supremo, il “Rais”, al ritmo di canti i cui testi sono talmente antichi da non risultare totalmente comprensibili neanche ai pescatori.
Residuo di un mondo arcaico e d’altri tempi, quasi impossibile da comprendere, nelle tonnare si mescolano tradizione e superstizione, lotta per la sopravvivenza e aspirazioni di ricchezza, dando vita ad uno spettacolo tragico unico al mondo.

Altre ricette consigliate

Commenti

commenti gestiti con Disqus