Salta al contenuto principale Salta alla mappa del sito a fondo pagina

Vol au vent con radicchio e fonduta

  • 45 ′
  • Bassa
  • Antipasti
Un antipasto sfizioso in cui l’amaro del radicchio s’incontra con la morbidezza della fontina, generando un gusto intenso ed intrigante

Ingredienti: Per 4 persone

  • 12 vol au vent
  • 170 g di Fontina
  • 3 dl di latte
  • 2 tuorli d'uovo
  • un Cucchiaio di farina
  • tartufo nero
  • 10 oz di radicchio rosso
  • sale q.b.

Preparazione:

Tritate grossolanamente la Fontina e frullate i tuorli d’uovo con due cucchiai di latte.

Stemperate la farina nel latte rimasto e unitevi la fontina.
Mettere il tutto sul fuoco e mescolate energicamente con una frusta metallica.
Quando il composto inizierà a rassodarsi, amalgamatelo con il composto di uova e, sempre mescolando, cuocete per dieci minuti.

Salate, aggiungete a piacere una noce di burro e fate riposare.

A parte, prendete il radicchio e tritatelo a pezzettini; aggiungetelo al composto ottenuto.
Riscaldate la fonduta e riempite con essa i vol au vent, grattugiando sulla superficie un po' di tartufo nero.

Storie nel piatto

Il radicchio è una verdura estremamente diffusa in Italia, dove se ne producono diverse qualità, la più famosa delle quali è probabilmente il Radicchio tardivo di Treviso.
La coltivazione di questa varietà risale alla metà del 1500 e richiede un procedimento alquanto laborioso.
Dopo la raccolta, che normalmente avviene intorno all’inizio di Novembre, il “tardivo” deve essere sottoposto a delle particolari operazioni di “imbianchimento” che consistono nel lasciare le piante in delle vasche piene d’acqua per una ventina di giorni, in modo da ottenere delle foglie croccanti e dal gusto dolce e delicato. Nello specifico, dopo la raccolta, le piante vengono pulite delle foglie più esterne e collocate in ampie vasche di cemento per una ventina di giorni, dove possono formarsi nuove foglie più croccanti.
In seguito il radicchio viene fatto maturare completamente su strati di sabbia e, per finire, si procede con una pulizia finale durante la quale vengono asportate le foglie deteriorate, fino ad ottenere dei cespi perfetti con un sapore unico al mondo.

LA CUCINA DEL VENETO, TUTTA DA SCOPRIRE

Food Tour - Veneto ed Emilia Romagna Perché non gustare le ricette tipiche italiane nella loro terra d’origine? Il Veneto è la terra del rinomato Radicchio di Treviso, del riso Vialone Nano, del formaggio Asiago, di pregiati vini rossi come Valpolicella e Bardolino.
Academia Barilla ha disegnato un tour per farteli conoscere da vicino, e offrirti anche i prodotti tipici dell’Emilia-Romagna. Scopri di più...

Altre ricette consigliate