Chi siamo

Academia Barilla.

TRADIZIONE E AVANGUARDIA DELLA CUCINA ITALIANA.

Benvenuti nel luogo dove cultura e cibo si alimentano a vicenda. In Academia Barilla tradizione e sperimentazione si incontrano e incrociano di continuo. Qui tutto parte dal cibo.

Se nel 1910, infatti, in questo stesso posto c’era il primo stabilimento Barilla, dal 2004 siamo diventati un percorso che va dalle parole al fuoco.

Chi vuole approfondire troverà la biblioteca eno-gastronomica più fornita d’Italia.

Chi vuole imparare troverà corsi, master, eventi tenuti da chef e studiosi di altissimo livello.

© Brahmino

Chi invece è foodie dentro, troverà un data base ricco e a volte sorprendente di ricette.

La nostra matrice è la cucina Mediterranea, un modo di mangiare principalmente plant based, sano, gustoso e con un basso impatto sul Pianeta.

Di questa cucina noi siamo i principali ambassador, perché Academia Barilla equivale a dire pasta. Grazie alla pasta la dieta Mediterranea diventa un diritto di tutti nel mondo, perchè è un cibo globale ma anche meravigliosamente locale che ogni cultura può interpretare a modo suo.

E poi, siamo un link. Virtuale, con voi che navigherete attraverso questa piattaforma. Reale, con chiunque approccia la cucina italiana a livello globale. Organizziamo eventi dedicati a promuovere le ricette più innovative degli chef internazionali che hanno scelto la pasta come ingrediente ispirante. Attiviamo influncer, giornalisti, critici per una ricerca continua di nuovi trend, nuovi modi di pensare e concepire il cibo.

© Brahmino

Perchè noi crediamo fortemente che il cibo sia uno strumento che può cambiare in meglio le nostre vite e anche i luoghi dove viviamo. Soprattutto la cucina italiana, fortemente sensoriale e piena di valori. È un modo spontaneo e libero di esprimersi, di connettersi con gli altri, di sentire la vita.

Quindi, buon appetito, buona navigazione e aprite gli occhi. Troverete anche la parte bella del nostro lavoro. Perché per noi il cibo non solo deve far bene, non solo deve essere buono. Deve essere anche bello. È la forma d’arte più ancestrale e universale. Qualcosa che si consuma con tutti i sensi. A cominciare dalla vista.