Anolini

Una pasta ripiena tipica di Parma, dove viene solitamente servita in brodo nei giorni di festa, che vi consentirĂ  di gustare appieno il sapore della tradizione emiliana.
665 Views
 
Livello MASTERY
50 min
666 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
50 min
INGREDIENTI: per 4 persone

Per la pasta

300 g di farina

3 uova

 

Per il ripieno

300 g di coscia di manzo

75 g di burro

150 g di pane grattugiato

150 g Parmigiano Reggiano grattugiato

1 costa sedano

5 dl vino rosso

1 carota

1 cipolla

1 chiodi di garofano

un cucchiaino di concentrato di pomodoro

2 uova

Sale e pepe q.b.

noce moscata q.b.

2 lt Brodo di carne

PREPARAZIONE:

Pulite la cipolla, la carota e il sedano e tagliateli a pezzi piccoli di dimensione uniforme.

 

Mettete quindi sul fuoco una casseruola, preferibilmente di terracotta, ponetevi il burro e, appena sciolto aggiungete la cipolla, il sedano e la carota, appena saranno imbiondite, cioè avranno preso un leggero calore, unite la carne precedentemente salata e pepata e il chiodo di garofano. Una volta che anche la carne avrà preso colore ricoprite interamente il tutto con il vino rosso ed acqua tiepida.

 

Lasciate cuocere a recipiente coperto e a fuoco molto lento per 3 ore circa e, a metĂ  cottura, aggiungete il concentrato di pomodoro.

 

Nel frattempo sulla spianatoia disponete la farina a fontana, rompete le uova al centro della farina e impastate fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo. Avvolgete l’impasto nella pellicola per alimenti e lasciatelo riposare per almeno 20 minuti.

 

Unire il pangrattato al Parmigiano Reggiano grattugiato, aggiungervi lo stracotto ormai pronto, tritato con il suo sugo e, volendo, anche le verdure di cottura passate con un passaverdura.

 

Unite al composto le uova e un pizzico di noce moscata. Amalgamate per bene con una forchetta e lasciate riposare. Cercate di non usare le mani perche il composto va lasciato arioso e non troppo compatto.

 

Con un matterello o con l’apposita macchina, tirate una sfoglia spessa 1  millimetri. Su metà della sfoglia ponete a distanza di 3-4 cm l’una dall’altra delle palline del ripieno, grosse quanto una nocciola.

 

Ripiegare su di esse l’altra metà della sfoglia avendo cura che i margini aderiscano bene, affinché all’interno non rimanga aria che potrebbe provocare l’apertura dell’anolino durante la cottura. Ritagliare gli anolini con l’apposito stampino o, aiutandovi con una tazzina, utilizzando un coltello.

 

Cuocete quindi gli anolini in 2 lt. di brodo di carne per 5-6 minuti e servite caldi in brodo.

Ricette Invernali Ricette Autunnali Pasta Fresca Pasta Ripiena Primi
ANCHE l'OCCHIO
VUOLE LA SUA PARTE

SCOPRI LE TECNICHE PER IMPIATTARE
COME UN VERO CHEF.

Clicca qui
Vuoi essere aggiornato sulle novitĂ  del mondo gourmet?
Login