Baccalà con uvetta e prugne

Dalla cucina umbra un fantastico piatto in cui la dolcezza della frutta secca ben si sposa con la sapidità del baccalà.
297 Views
 
Livello MASTERY
60 min
298 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
60 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 800 g di baccalà già ammollato
  • 500 g di passata di pomodoro
  • 1 oz di prugne secche snocciolate
  • 60 g d’uva passa
  • 1 cipolla
  • una Costa di sedano
  • 8 Cucchiai d’olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:

Tritate la cipolla e il sedano.
Fate scaldare l’olio in una padella e aggiungete il trito di verdure per soffriggerlo.

Dopo qualche istante, aggiungete la passata di pomodoro.
Lasciate cuocere per qualche minuto in modo tale che la passata diventi salsa e si amalgami con gli altri ingredienti.

Nel frattempo, preparate il baccalà (già ammollato): togliete la pelle, le eventuali spine e tagliatelo in pezzi.
Aggiungetelo al sugo in cottura e fate cuocere per una ventina di minuti.
Aggiungete le prugne e l’uvetta e portate a termine la cottura del piatto.

Regolate di sale, se necessario, e servite caldo e fumante.

Storie nel piatto

Il baccalà è la polpa del merluzzo bianco conservata sotto sale, mentre lo stoccafisso si conserva tramite essiccazione.
Ingrediente molto usato in Italia, viene proposto in diverse preparazioni ma in realtà una fra le più famose, il baccalà alla vicentina, a dispetto del nome, è preparata proprio con lo stoccafisso.
Il motivo è molto semplice: nel Nord-Est lo stoccafisso viene definito baccalà.

Altre ricette consigliate

Secondi
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più