Branzino in crosta di sale

Una preparazione dalla presentazione ad effetto che consente di mantenere intatto il gusto del pesce fresco.
101 Views
 
Livello MASTERY
65 min
102 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
65 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 2 branzini freschissimi e del peso di 600 gr l’uno
  • 2 kg di sale
  • 4 Cucchiai d’olio extravergine di oliva
PREPARAZIONE:

Pulite accuratamente i branzini rimuovendo le interiora, lavateli passandoli a lungo sotto un getto d’acqua corrente e asciugateli per bene con della carta assorbente da cucina.

Disponete quindi i due branzini distaccati tra loro su una teglia o un vassoio adatto alla cottura in forno.

Coprite i pesci versandovi sopra il sale in modo che questo li ricopra interamente.

Poneteli quindi a cuocere in forno già caldo al 250° C per circa 25 minuti.

Una volta pronto, estraete la teglia dal forno, rompete la crosta di sale formatasi durante la cottura e servite il pesce immediatamente, irrorando con un cucchiaio d’olio ciascun filetto di branzino.

Lo Chef consiglia

Il tempo di cottura del pesce dipende dalle sue dimensioni, per testare se sia pronto o no, potete infilare un lungo stecchino da spiedo attraverso il sale in corrispondenza della parte più spessa del pesce. Se una volta estratto lo stecchino risulterà caldo, ma non bagnato, vorrà dire che il pesce è pronto.

Storie nel piatto

L’arte della pesca è con ogni probabilità nata già nella preistoria quando è lecito supporre che i primi esseri umani, resisi conto della bontà dei pesci, iniziarono a catturarli a mani nude.
In base alle testimonianza archeologiche, infatti, fu intorno all’8000 a.C. che alcune comunità iniziarno a costruire appositi strumenti utili alla cattura di pesci. Da quel momento quasi tutti i popoli che vivevano lungo le rive marine o dei corsi d’acqua iniziarono a praticare la pesca e certamente le popolazioni italiche non fecero eccezione, tanto che sono molteplici le testimonianze riguardanti la presenza di pesci e crostacei nella dieta degli antichi romani.
Di questa dieta feceva senza alcun dubbio parte il branzino, conosciuto anche con il nome di “spigola”, che è da sempre uno dei pesci più pregiati e diffusi del mar Mediterraneo, tanto che nel “De Re Coquinaria”, del famoso cuoco latino Apicio, è possibile reperire la ricetta del “pasticcio di Branzino”.

Altre ricette consigliate

Secondi piatti
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più