Cipolle ripiene

In questa ricetta le cipolle si incontrano con un elaborato mix di sapori dando vita a una pietanza appetitosa e sorprendente.
575 Views
 
Livello MASTERY
60 min
576 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
60 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 1,5 kg di cipolla
  • un Mazzo d’erbe aromatiche
  • 50 g di burro
  • 200 g di pane grattugiato
  • 1 dl di latte
  • 30 g d’uva passa
  • 4 uova
  • 200 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • sale q.b.
PREPARAZIONE:

Lessate le cipolle (preferibilmente quelle bianche estive piatte) finchè uno stuzzicadente in legno penetri facilmente nella polpa, tagliatele in orizzontale e svuotatele.

Tritate finemente le erbe (prezzemolo, salvia, rosmarino, timo, basilico, menta, rucola, foglie di sedano o altre a scelta) insieme alla polpa interna delle cipolle bollite.

Fatele rosolare con il burro e salate a piacere.

Mettete a bagno nel latte il pangrattato ed fate reidratare in acqua tiepida l’uva passa. Quindi amalgamate le erbe e le cipolle tritate con il pane e l’uva, insieme a 2 uova e a due cucchiai circa di formaggio grattugiato.

Farcite con l’impasto le cipolle bollite e poi adagiatele in un tegame da forno o in una pirofila.

A parte sbattete 2 uova con 150 grammi di Parmigiano Reggiano grattugiato, aggiungendo un po’ di latte.

Versate il preparato sopra le cipolle quasi a coprirle. Aggiungete sopra ogni cipolla un fiocchetto di burro. Infornate a temperatura media (180° C) sino a quando la superficie sarà dorata.

Storie nel piatto

La cipolla, verosimilmente originaria dell’Asia centrale (dove veniva coltivata già 5000 anni fa) è definita dal celebre gastronomo francese Brillat-Savarin “il tartufo del popolo”. Fu parte integrante dell’alimentazione degli antichi popoli del Mediterraneo: dagli ebrei ai fenici, dai greci fino ai romani.
Nell’antico Egitto, poi, la cipolla era molto apprezzata non solo dal punto di vista gastronomico, ma anche culturale. Essa simboleggiava l’eternità ed aveva grande importanza sul piano commerciale ed economico, tanto che per un lungo periodo venne usata come moneta corrente.

Lo sapevate che…

Che il faraone Cheope usò le cipolle per pagare i centomila lavoratori della piramide che reca il suo nome? 

Altre ricette consigliate

Contorni
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più