Cotechino con Lenticchie

Presente sulle tavole di tutta Italia la sera dell’ultimo giorno dell’anno, un piatto succulento e ben augurante per festeggiare degnamente l’arrivo dell’anno nuovo.
459 Views
 
Livello MASTERY
130 min
460 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
130 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 1 cotechino circa 400 g
  • 2 cucchiai d’Olio Extra Vergine d’Oliva
  • 1 cipolla piccola
  • 1 foglia di alloro
  • 2 chiodi di garofano
  • 350 g di lenticchie secche oppure 700 g di lenticchie in scatola
  • 3 cucchiai di polpa di pomodoro
  • 25 cl di brodo
  • sale e pepe q.b.
PREPARAZIONE:

Pulite e sciacquare le lenticchie e mettetele in ammollo per 12 ore in una ciotola piena d’acqua fredda.
In alternativa potete utilizzare le lenticchie in scatola.

Con uno spiedino o un ago da cucina bucherellate il cotechino, quindi mettetelo sul fuoco in una pentola piena d’acqua fredda non salata e fatelo cuocere a fiamma bassa per due ore dal momento in cui l’acqua inizierà a bollire.

 

Nel frattempo sbucciate e tritate finemente la cipolla.

Ponete un tegame con l’olio su un fuoco di media intensità e, appena sarà caldo aggiungetevi la cipolla, la foglia d’alloro e due chiodi di garofano. Quando la cipolla avrà preso un bel colore biondo, ma non si sarà ancora scurita, unitevi le lenticchie precedentemente ammollate in acqua e scolate e fate rosolare il tutto per una trentina di secondi.

 

Aggiungete quindi il pomodoro, mescolate e coprite il tutto con il brodo.
Portate a bollore, quindi fate cuocere per 20 o 30 minuti o comunque fino a quando le lenticchie saranno soffici, ma non si saranno spappolate.

 

Quando le lenticchie saranno cotte salatele e pepatele.

 

Scolate il cotechino, rimuovete l’eventuale spago da cucina, quindi tagliatelo in fette dello spessore di un paio di centimetri, rimuovete la pelle e servitelo accompagnato dalle lenticchie, spolverizzato, se volete, con del pepe nero macinato.

 

 

Lo chef consiglia

Quando cucinate legumi ricordate di salarli a fine cottura e non all’inizio per evitare che rimangano duri.

Ricette Invernali Carne Secondi piatti Senza uova
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Login