Funghetti di Offida

Dei semplici, ma golosi dolcetti a forma di fungo, impreziositi da un intenso aroma di anice.
311 Views
 
Livello MASTERY
90 min
312 Views
 
Livello MASTERY
0 Persone
90 min
INGREDIENTI: per 0 persone
  • 750 g di farina
  • 600 g di zucchero
  • un Pizzico di semi di anice
  • acqua q.b.
PREPARAZIONE:

In una ciotola o nel robot da cucina amalgamate assieme la farina, lo zucchero e i semi d’anice con una quantità d’acqua sufficiente per ottenere un impasto omogeneo, ma piuttosto consistente.

Lavorate l’impasto fino a quando non risulterà ben liscio ed omogeneo, quindi ricavatene delle palline di circa 2 centimetri di diametro e lasciatele ad asciugare per una trentina di minuti.

Disponete quindi le palline in degli appositi stampi metallici, tipo quelli dei muffin,  che dovranno essere piuttosto piccoli in modo che l’impasto aderisca bene ai bordi della teglia.

Fate quindi cuocere i funghetti di Offida in forno già calso a 180° C per 30 minuti circa o comunque fin quando non saranno ben dorati in superficie.

Sfornateli e serviteli caldi, scaldandoli brevemente se volete consumarli in un secondo momento.

Storie nel piatto

Benché i semi d’anice siano utilizzati da sempre per insaporire ogni tipo di pietanza, sono famosi in particolare per la loro capacità di aromatizzare le bevande: gli egizi lo utilizzavano per preparare una bevanda medicamentosa, i romani per aromatizzare il vino e, più tardi, nei monasteri dell’Europa settentrionale venne impiegato per la produzione di liquori.
Ma fu tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo che le bevande a base di anice raggiunsero la loro massima notorietà: nel giro di poco tempo si diffusero infatti diversi superalcolici al gusto di anice che, anche a causa della loro proibizione, assunsero rapidamente una sorta d’aura mitica divenendo quasi il simbolo della cultura bohémien.

Altre ricette consigliate

Dolci
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più