Gulasch della Val Pusteria

Dei teneri bocconcini di carne che si sciolgono in bocca preparati secondo una delle più tipiche ricette della gastronomia montanara italiana.
999 Views
 
Livello MASTERY
160 min
000 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
160 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 2 lb di muscolo di manzo
  • 5 cipolle
  • 2 dl di vino rosso
  • un Cucchiaino di paprica rossa dolce
  • 25 g di farina
  • buccia di limone
  • un Rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro
  • un Rametto di maggiorana
  • 3 cl d’olio extravergine di oliva
  • 30 g di concentrato di pomodoro
  • sale e pepe q.b.
  • 2 Bicchieri d’acqua
PREPARAZIONE:

Ponete una pentola su un fuoco di media intensità con l’olio e, appena questo sarà caldo, la cipolla affettata sottilmente e la carne tagliata a cubetti di qualche centimetro per lato.

Mescolando con un cucchiaino sciogliete, in mezzo bicchiere d’acqua, la farina e la paprica e, appena la carne nella pentola avrà preso colore su tutti i suoi lati, versate l’acqua sopra la carne e aggiungete il vino rosso.

Quando questo sarà evaporato, aggiungete gli aromi, la buccia di limone grattugiata e il concentrato di pomodoro: mescolate, allungate aggiungendo un bicchiere d’acqua e lasciate cuocere con il coperchio per almeno 2 ore, aggiungendo un po’ d’acqua se  il gulasch dovesse addensarsi troppo.

Servite caldo, eventualmente accompagnato da polenta o patate bollite.

Storie nel piatto

Il Gulasch è un piatto d’origine medievale che veniva preparato dai mandriani ungheresi durante le loro lunghe permanenze nei pascoli assieme al bestiame.
Questi, infatti, prima di partire cuocevano a lungo la carne con la cipolla e la facevano essiccare al sole in modo da poterla portare con loro durante i viaggi.
Al momento della necessità, poi, facevano rinvenire la carne secca in una zuppa di verdure dando così vita all’odierno gulasch.
Nonostante questo sia quindi un piatto dalle origini estremamente povere, nel tempo quella del gulasch è divenuta una delle ricette ungheresi più famose tanto da diffondersi, durante la dominazione austriaco in tutto l’impero.
Con il passare del tempo, quindi, questa preparazione è divenuta tipica di tutto l’arco alpino orientale e, di conseguenza è diventato un piatto tipico del Nord-est dell’Italia.

Secondi
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più