Lasagne alla napoletana

Particolarmente ricche e saporite, si gustano per tradizione il martedì grasso.Si preparano con diversi ingredienti grassi, gli stessi che dal mercoledì delle ceneri e per tutta la quaresima per tradizione non si dovrebbero più consumare.
817 Views
 
Livello MASTERY
100 min
818 Views
 
Livello MASTERY
8 Persone
100 min
INGREDIENTI: per 8 persone

Per la pasta

400 g di farina tipo 00

150 g d’ uova

10 g di olio extravergine di oliva

sale

 

 

Per il ripieno

sugo di carne

salsiccia di maiale

ricotta

uova

mozzarella

Parmigiano Reggiano grattugiato

PREPARAZIONE:

In un casseruolino fate soffriggre il lardo tritato con l’olio e le verdure tritate. Unite la carne macinata. Nel frattempo cucinate le uova sode.

 

Fate rosolare per alcuni minuti, bagnate con il vino, spolverate con la maggiorana e condite con sale e pepe.

 

Quando il vino sarà evaporato incorporate poca farina e lasciate cuocere per alcuni minuti. Unite quindi il pomodoro e ultimate la cottura per circa 1 ora, allungando se fosse necessario con un poco di brodo.

 

Durante la cottura delle salsa, confezionate la pasta fresca. Stendete la sfoglia molto sottile e tagliatela in rettangoli di 10/15 cm. Cucinate i rettangoli di sfoglia in abbondante acqua, bollente e salata. Una volta cotte, sgocciolatele e raffreddatele immergendole in acqua fredda.

 

In una pirofila imburrata, adagiate la pasta a strati, condendo ogni strato con il ragout (ragù) di carne.

 

Successivamente al ragù, distribuite uniformemente la salsiccia  a pezzetti trifolata, la ricotta a fiocchi, le uova sode a spicchi o a fette, la mozzarella a dadi.

 

Ricoprire poi con la pasta e cospargere il tutto con il Parmigiano grattugiato. Infornate la pirofila a temperatura moderata (180°C) per circa 40 minuti. Una volta cotta, ben gratinata in superficie, lasciatela riposare prima di servire.

 

Lo Chef consiglia: 

Le uova devono essere immerse in acqua bollente e salata e lasciate cuocere per 9 minuti. In questo modo il tuorlo non diventa verde. Poi immediatamente raffreddate in acqua fredda corrente così potranno essere sgusciate facilmente.

La pasta una volta immersa in acqua bollente deve essere immediatamente mescolata, per evitare che le sfoglie aderiscano l’una all’altra.

E’ opportuno che le lasagne siano lasciate a riposare, dopo la cottura, perché la pasta possa bere l’umidità superflua: in questo modo il taglio della porzione sarà più regolare e uniforme.

Pasta al Forno Ricette Invernali Ricette Autunnali Pasta Fresca Primi
ANCHE l'OCCHIO
VUOLE LA SUA PARTE

SCOPRI LE TECNICHE PER IMPIATTARE
COME UN VERO CHEF.

Clicca qui
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Login