Salmone in crosta di sfoglia

Un croccante strato di pasta sfoglia con un gustoso ripieno, arricchito dai pinoli.
389 Views
 
Livello MASTERY
50 min
390 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
50 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 250 g di spinaci freschi
  • 250 g di filetto di salmone
  • sale e pepe q.b.
  • 3 Cucchiai d’olio extravergine di oliva
  • uno Spicchio d’aglio
  • un Cucchiaio di pinoli tostati
  • 1 uovo
  • 250 g di pasta sfoglia
PREPARAZIONE:

Pulite gli spinaci.
Scaldate in una padella l’olio extravergine d’oliva e aggiungete uno spicchio d’aglio leggermente schiacciato.
Dopo pochi secondi aggiungete anche gli spinaci: insaporite con sale e pepe e incoperchiate.
Fate cuocere gli spinaci al massimo per 3/4 minuti: togliete il coperchio, eliminate lo spicchio d’aglio e aggiungete i pinoli tostati.
Mescolate e togliete dal fuoco.

A questo punto salate e pepate il filetto di salmone.
Scottatelo in una padella con olio extravergine d’oliva da entrambi i lati.
Preparate quindi la pasta sfoglia: potete farla voi o utilizzare quella già pronta.
Stendetela con un matterello, fino ad ottenere un quadrato di pasta spesso 2 millimetri.

Tagliate una striscia di pasta sfoglia un po’ più larga del filetto di salmone e adagiatela sopra un foglio di carta forno.
Bucherellatela più volte con una forchetta.
Sbattete l’uovo e spennellatene gli angoli.
Adagiate sulla pasta il filetto di salmone, coperto dagli spinaci con i pinoli.

Coprite il tutto infine con la rimanente striscia di pasta sfoglia.
Fate aderire bene i lati e tagliate la pasta sfoglia in eccesso.
Fate alcuni piccoli taglietti sulla pasta per facilitare la fuoriuscita del vapore durante la cottura e spennellate con l’uovo.
Cuocete in forno caldo per 25/30 minuti a 200 gradi.
Quando è cotto, estraetelo dal forno e aspettate 5 minuti prima di tagliarlo in grosse fette.

Buon appetito!

I falsi miti

E’ risaputo che gli spinaci contengano molto ferro (circa 3.4 mg in 100 g di prodotto).
Tuttavia fu l’errore di uno studioso tedesco a creare un mito duro a morire: a causa dello spostamento di una virgola nel numero decimale, il numero di milligrammi di ferro presenti negli spinaci risultò 10 volte superiore.
L’errore venne scoperto solo nel 1930 e probabilmente è legata a questa credenza l’utilizzo di spinaci da parte del personaggio dei fumetti Braccio di Ferro.

Altre ricette consigliate

Antipasti
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più