Scapece alla vastese

585 Views
 
Livello MASTERY
55 min
586 Views
 
Livello MASTERY
5 Persone
55 min
INGREDIENTI: per 5 persone
  • 1,5 kg di palombo
  • un litro d’aceto di vino bianco
  • una Bustina di zafferano
  • una Manciata di farina
  • olio extravergine di oliva
  • sale
PREPARAZIONE:

La parola scapece si fa derivare dal latino “Esca Apicie”, salsa di Apicio. Per la preparazione, pulire bene il pesce e tagliarlo a pezzi regolari, infarinarlo leggermente e farlo dorare in padella, in olio bollente. Appoggiare i pezzi di pesce così cotto su carta paglia per far assorbire l’eccesso di olio e salarli. Scaldare l’aceto in una pentola preferibilmente di cotto e versarvi lo zafferano nel momento in cui diventa molto caldo, lontano però dal fuoco. Disporre i pezzi di pesce fritto, a strati, in un vaso o in una pentola di coccio e versarvi sopra la miscela di aceto e zafferano, in modo da ricoprirli completamente. Il pesce è eccellente dopo una giornata di marinatura: si serve sgocciolato, come antipasto. Adoperando un buon aceto forte, lo “scapece” si conserva per venti-trenta giorni.

Antipasti
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più