Spiedini di frutta

Un’idea sfiziosa da preparare nei caldi giorni estivi per assaporare in modo originale tutta la dolcezza della frutta di stagione.
193 Views
 
Livello MASTERY
16 min
194 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
16 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 2 pesche
  • ½ melone
  • 4 albicocche
  • 4 susine
  • 200 g di zucchero
  • 2 Cucchiai di Marsala o Porto
PREPARAZIONE:

Lavate e sbucciate la frutta, quindi tagliatela a cubetti di un paio di centimetri per lato, adagiatela in una ciotola, bagnatela con il Marsala o il porto, conditela con metà dello zucchero, mescolatela e lasciatela marinare per una decina di minuti.

Una volta che la frutta sarà marinata, prendete i cubetti di frutta uno per volta e infilzateli negli spiedi, alternandoli come più vi aggrada fino a formare dei veri e propri spiedini di frutta.

Completate la preparazione della ricetta passando gli spiedini di frutta nello zucchero rimanente, quindi fateli cuocere sulla griglia o in forno con il grill per qualche minuto fino a quando lo zucchero in superficie non si sarà ben caramellato, quindi serviteli freddi o a temperatura ambiente.

Storie nel piatto

L’origine del melone è avvolta nel mistero: sembra infatti possa essere originario dell’Asia Occidentale o dell’Africa, ma non si ha alcuna notizia sulla pianta selvatica da cui prese origine la sua coltivazione. Quel che è certo è che, sebbene ai tempi avesse dimensioni paragonabili a quelle delle odierne arance, il melone era conosciuto già nell’antichità sia nella regione Medio Orientale, dove era abitudine seccarne e abrustolirne i semi per poi cibarsene come le odierne arachidi, che in Occidente, dove era conosciuto sia dai Greci che dai Romani.
Anche Apicio, il più importante cuoco romano, parla nella sua opera dei meloni importati dall’Asia e consiglia di servirli freschi accompagnati da una salsa agrodolce.
Con la caduta dell’Impero Romano, però, i meloni scomparvero dalle tavole europee, per tornare timidamente a farvi capolino solo intorno al IX secolo, quando Carlo Magno ne fece coltivare alcune piante nei giardini della sua corte importandolo dalla Spagna, dove erano state introdotte in seguito alla dominazione araba. Fu però solo sul finire del Medioevo, nel XIV secolo, che i meloni iniziarono a diffondersi in tutta Europa e in particolare in Italia, dove vennero selezionate qualità sempre più grosse e simili a quelle oggi in commercio.

Altre ricette consigliate

Dolci
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più