Strudel di mele

E’ un dolce tipico dell’Alto Adige, si dovrebbe impiegare la mela renetta. Questo perché ha poca acqua e durante la cottura non ammolla l’impasto. Si consuma sia d’estate che d’inverno.
051 Views
 
Livello MASTERY
80 min
052 Views
 
Livello MASTERY
0 Persone
80 min
INGREDIENTI: per 0 persone
  • 400 g di farina
  • 1 uovo
  • un Pizzico di sale
  • 1 tablespoon di zucchero
  • 15 cl d’acqua
PREPARAZIONE:

Passaggio 1

Disporre a fontana la farina, adagiare al centro le uova  e unire l’acqua.

Passaggio 2

Ultimate aggiungendo il resto degli ingredienti e impastare bene.

Passaggio 3

Formare un impasto liscio e ben duro.

Passaggio 4

In una padella sciogliere il burro, unire il pan grattato  e fare dorare il tutto.

Passaggio 5

Tagliare le mele a spicchi.

Passaggio 6

Unire alle mele il pan grattato, i pinoli, le uvette, il limone grattugiato, la cannella e i restanti ingredienti. Fate insaporire il tutto

Passaggio 7

Stendere la pasta  e adagiare sopra il ripieno.

Passaggio 8

Chiudere la pasta avvolgendo bene il ripieno, bucare con la forchetta la pasta spenellare con dell’olio di semi e cospargere sopra dei pinoli. Mettere lo strudel in forno per circa 40 minuti a temperatura di 220°C.

Lo Chef consiglia

Il ripieno dovrebbe essere confezionato alcune ore prima, questo per insaporirne il gusto.
Sigillate bene la pasta e cucinate in forno già caldo.

Storie nel piatto

Sebbene nell’immaginario collettivo si pensi che lo strudel sia nato in Austria, in realtà questo golosissimo dolce ha origini turche.
L’antesignano dello strudel è, infatti, la“baclava”, un dolce turco ripieno di frutta secca e spezie. Venne conosciuto dagli ungheresi e dagli austriaci durante l’invasione dell’Europa orientale da parte dell’impero ottomano nel XVI secolo.
Dal 1526 al 1699, infatti, i turchi dominarono il regno d’Ungheria e, durante questi due secoli, gli ungheresi finirono con l’assorbire diversi aspetti della cultura ottomana, tra cui alcune ricette e tradizioni gastronomiche.
Quando poi nel 1699 i turchi vennero sconfitti, l’Ungheria venne annessa al regno Asburgico e la ricetta della baclava si diffuse anche in Austria con il nome di Strudel e ripiena delle mele tipiche della nazione europea.
Nel 1815, poi, quando, con il Congresso di Vienna, le Venezie vennero annesse all’impero asburgico, questo dolce si diffuse anche lì, divenendo tipico del nord-est dell’Italia.

Altre ricette consigliate

Dolci
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più