Torta di nocciole

In questa ricetta italiana le nocciole danno vita ad una torta facile da preparare e perfetta per chiudere il pasto in modo goloso.
777 Views
 
Livello MASTERY
55 min
778 Views
 
Livello MASTERY
0 Persone
55 min
INGREDIENTI: per 0 persone
  • 300 g di nocciole
  • 200 g di farina
  • 100 g di burro fuso
  • 150 g di zucchero
  • mezza Tazza di caffè
  • mezza Tazza di latte
  • una Bustina di lievito
  • un Cucchiaio d’olio extravergine di oliva
  • 2 Cucchiai di Rum
  • un Pizzico di vanillina
PREPARAZIONE:

Sulla placca del forno tostare leggermente le nocciole sgusciate quindi tritarle.

Mischiare il trito con lo zucchero e la farina, poi ammorbidire la miscela amalgamando con le tre uova sbattute, il caffè, il latte, l’olio, il rum, la vanillina, il lievito, per ultimo il burro fuso. Sistemare il preparato in una teglia imburrata larga ed a bordo basso.

La torta dovrà avere uno spessore di due cm.
Un buon sistema è avvolgere l’impasto nella carta stagnola da forno chiusa anche sopra, indi premerla leggermente con le mani nello stampo onde assuma una bella forma regolare.

Cuocere in forno caldo (200°) per 30 minuti.

Servire a temperatura ambiente.

Storie nel piatto

Il nocciolo, ampiamente diffuso nell’emisfero boreale, è stato uno dei primi alberi da frutto utilizzati e coltivati dall’uomo nella storia.
La sua diffusione era talmente capillare che divenne rapidamente fondamentale per l’economia delle prime popolazioni nomadi.
Questa importanza, d’altronde, è testimoniata dal valore simbolico attribuito a questi frutti dalle popolazioni dell’Italia settentrionale più di tremila anni fa, quando le nocciole tostate venivano utilizzate come offerte funerarie da collocare all’interno delle tombe.
L’importanza di questi frutti era determinata soprattutto dalla grande quantità di olio che si poteva produrre pestandole e dal fatto che nell’Italia settentrionale del tempo rappresentava la principale fonte di olio alimentare.
In particolare in Piemontequesti frutti venivano utilizzati per ricavarne una pasta che veniva conservata all’interno di vasi per poi essere utilizzata in moltissime preparazioni alimentari tipiche della regione, in particolare torte e, dal XIX secolo, per dare vita alla gianduja.

Lo sapevate che…

Nell’antica Romadonare una pianta di nocciolo propiziava felicità a chi la riceveva?

Altre ricette consigliate

 

Dolci
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più