Torta dolce salata

Un antipasto accattivante in cui la dolcezza della torta si scontra con la sapidità del ripieno in un’esplosione di sapori contrastanti.
991 Views
 
Livello MASTERY
100 min
992 Views
 
Livello MASTERY
4 Persone
100 min
INGREDIENTI: per 4 persone
  • 200 g di farina
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro
  • acqua q.b.
  • 1 tuorlo d’uovo
PREPARAZIONE:

Disponete sulla spianatoia la farina a fontana mescolata con 100 grammi di zucchero, nel mezzo mettetevi un tuorlo d’uovo, un pizzico di sale e il burro a pezzetti lasciato ammorbidire a temperatura ambiente.

Impastate fino ad ottenere una pasta morbida e omogenea, quindi formate una palla di pasta e fatela riposare in luogo fresco coperta da un telo di lino o cotone per circa un’ora.

In una terrina mettete la ricotta passata al setaccio e unitevi la caciotta, la mozzarella e il prosciutto tagliati a dadini piccoli.

Mescolate il tutto, quindi aggiungete 20 grammi di zucchero, il pecorino grattugiato, un uovo intero e un tuorlo, amalgamando bene il composto.

Dividete la pasta in due parti, una più grande e una più piccola.

Appiattitela e tiratela col matterello ricavandone due dischi sottili 2-3 mm.
Ungete uno stampo per torta e foderatelo con il disco più grande, in modo da far ricadere i lembi di pasta all’esterno dei bordi. Riempitelo con il ripieno, livellandolo con una spatola.

Coprite con il disco più piccolo e richiudete la torta ripiegando verso l’interno i lembi del disco inferiore. Sbattete un uovo insieme ad un goccio d’acqua e spennellate la superficie della torta per sigillarla e conferirle un accattivante colore dorato. Mettete in forno già caldo a 180° C per circa un’ora e servite.

Storie nel piatto

Il consumo di formaggi e latticini in generale da parte dell’uomo ha origini molto antiche e il suo sviluppo è profondamente legato all’evoluzione della civiltà umana.
Questi, infatti, sono nati con ogni probabilità nel momento in cui alcune comunità di esseri umani iniziarono a dedicarsi alla pastorizia e, resisi conto di produrre una quantità di latte che non poteva essere immediatamente consumata, trovarono un modo per trasformarlo in un cibo completamente diverso, più semplice da conservare e dall’ottimo sapore quali sono i latticini.
È così che, tra gli altri, è nata la ricotta, che era già conosciuta e apprezzata in tempi antichissimi, tanto da far parte della dieta di popoli quali i Sumeri e gli Egizi.

Altre ricette consigliate

 

Antipasti
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più