Tortino di patate e formaggio

Un antipasto perfetto per stuzzicare l’appetito con sapori vivaci ed intensi.
591 Views
 
Livello MASTERY
75 min
592 Views
 
Livello MASTERY
6 Persone
75 min
INGREDIENTI: per 6 persone
  • 1 kg di patate
  • 200 g di prosciutto crudo
  • 200 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 200 g d’Emmentaler
  • sale q.b.
  • 50 g di burro
PREPARAZIONE:

Lessate le patate in acqua salata, poi pelatele e tagliatele a fette non troppo grosse.

Ungete una pirofila e disponetevi uno strato di patate, sul quale stenderete il prosciutto tagliato a fette, l’Emmental e il Parmigiano Reggiano.
Continuate a fare strati di patate, prosciutto, Emmental e Parmigiano Reggiano fino a esaurimento degli ingredienti. Disponete infine qualche fiocchetto di burro sulla superficie del tortino, prima di metterlo in forno a 180° C per circa 30 minuti.

Lo Chef consiglia

Quando lessate le patate ricordate poche semplici regole: vanno immerse in acqua fredda salata e, a meno che non venga espressamente richiesto dalla ricetta, non dovete sbucciarle prima della cottura per non fargli perdere la maggior parte dei loro componenti nutritivi.

VIENI A SCOPRIRE LE SPECIALITÀ EMILIANE

Metti una settimana a Parma con gli Chef e gli esperti di Academia Barilla e avrai il meglio dei prodotti enogastronomici dell’Emilia, in una continua scoperta di sapori e aromi. Preparati a degustare il Prosciutto
di Parma, il Salame di Felino, la Spalla Cotta, le paste ripiene, l’Aceto Balsamico di Modena, i profumati vini locali.
Scopri questo tour e personalizzalo con noi!

Storie nel piatto

La pianta della patata è originaria del Sud America, in particolare di Cile e Perù (dove viene coltivata da almeno 4 millenni), ed è stata importata in Europa nel XVI secolo dallo spagnolo Pizzarro.
Sana ed economica, la patata si adatta ai gusti e alle preparazioni più varie: ha infatti la tendenza ad assorbire con facilità il gusto degli alimenti con cui viene cotta.

Esiste un’enorme varietà di patate, ma le più diffuse si possono genericamente riassumere in due grandi categorie: a polpa bianca e a polpa gialla. Le prime sono piuttosto farinose e adatte alla preparazione di budini, puré e gnocchi, mentre le seconde, ricche di vitamina A, sono più indicate per essere bollite, fritte o arrostite.

Altre ricette consigliate

 

Antipasti
Vuoi essere aggiornato sulle novità del mondo gourmet?
Diventa anche tu un Master of pasta
Scopri di più